SA DIE DE PODIMUS

SA DIE DE PODIMUS

Bandiera_animata sarda

SABATO, 26 SETTEMBRE 2015

E´ un giorno di festa per noi, perché abbiamo portato a battesimo PODIMUS un´associazione politica di ordine indipendentista.
L´impegno di noi fondatori, Giuseppe De Lorenzo e Gianni Nachira, è preso con coraggio e fermezza; Vuole rappresentare a tutta la gente Sarda che ha creduto in noi, una promessa che cercheremo di mantenere. Vogliamo che la Sardegna torni ad essere una terra libera, governata dai sardi, attraverso una presa di posizione univoca, globale e definitiva, affinché i Sardi, compresi quelli emigrati, possano vivere nella loro Terra e Patria, in onore e dignità, perché proprietari legittimi persino dei pulviscoli che volano nell´aria.
Il 28 Settembre PODIMUS ha emesso il primo vagito pubblico che immediatamente si è mostrato “PAROLA VIVA”. Non è storia di ogni giorno. Per noi Podimus è un Miracolo naturale che il popolo Sardo attendeva, una casa finalmente abitabile, dove, anche se la zizzania dovesse crescere con il buon grano, troverà contadini pronti ad estirparla, separandola così da frodi e menzogna.
Qui pubblichiamo il sunto degli interventi che hanno caratterizzato la giornata, perché resti traccia di un lavoro, il primo, forse impreciso, forse ancora giovane, che, però, dà l´idea di ciò che è e sarà PODIMUS.

L´UNIONE SARDA – 23 SETTEMBRE SCRIVE:

E´ nata Podimus

Unione Sarda 23 ettembre

NUOVA SARDEGNA 24 SETTEMBRE

LA NUOVA SARDEGNA – 01 OTTOBRE – SCRIVE
Nuova Sard. 01 ottobre
L´UNIONE SARDA – 02 OTTOBRE – SCRIVE

Fronte comune di gruppi e partiti indipendentisti

Un ione Sarda 2 ottobre

 

IL CONVEGNO

Si è aperto l´incontro con il momento dell´accoglienza all´arrivo dei partecipanti e, dopo i convenevoli, il Fondatore di PODIMUS Gianni Nachira, dopo un saluto e un ringraziamento per la partecipazione, ha dato la parola al Fondatore Giuseppe De Lorenzo, che ha presentato la sua relazione:

“PODIMUS, UN PROGETTO MOTIVATO DA UNO SCOPO”

A seguire, il Prof. Paulu Leone Biancu simpatizzante e amico convinto che il PROGETTO PODIMUS è ottimo, perché diverso e convincente, ha presentato una particolare relazione tecnica socio-politico-economica, il cui contenuto è leggibile nell´allegato:
ECONOMIA
PROPOSTE PER LA CRESCITA E LO SVILUPPO SOCIALE

Successivamente è stata data la parola a Sergio Pes, in qualità di presidente del MLNS (Movimento Natzionali de Liberatzioni Sardu). Sergio è entrato nel merito di una più saliente spiegazione di cosa sia l´autodeterminazione e di cosa stia facendo il Movimento per creare i “precedenti Internazionali” affinché si giunga all´indipendenza della sardegna.

Non poteva mancare la relazione del fondatore Gianni Nachira, che ha utilizzato una tecnica d´espressione paradigmatica e perifrastica, per raccontare la realtà politica sarda e la situazione socio culturale ed economica che la Sardegna vive oggi. Il suo intervento lo ha titolato così:
LO SCETGTRO DEL POTERE
LE RAGIONI DI UN MOSAICO INDIPENDENTISTA

(Trovate 3 documenti in PDF -Per leggere il contenuto basta un klic sul link)

Podimus,unprogettomotivatodaunoscopo-Giuseppe DeLorenzo

Autodeterminatzione e Indipendentzia Relazione Paolo Biancu

Ilpoteredelloscettro-Leragionidiunmosaicoindipendentista-GianniNachira

CONVEGNO SECONDA FASE

La pausa pranzo ha permesso agli ospiti un momento di relax e di convivialità, al termine del quale sono ripresi i lavori, passando la parola agli ospiti e, in particolare a Peppinu Pintus, un emigrato che dalla Francia è rientrato in Sardegna appositamente per partecipare a questo evento. Il dibattito si è acceso con interventi di molti dei partecipanti e si sono affrontati argomenti quali lavoro, economia possibile, sviluppo di settori specifici ed altri.
Alle ore 18 il saluto, con la promessa organizzare altri convegni, su tematiche importanti.

(Costruzione pagina a cura di Gianni Nachira)
F I N E